Se vuoi avere successo punta sui Big Data

Pubblicato martedì 15 mar 2016 alle 05:56PM in Innovazione

Introdurre dei sistemi basati sull’analisi dei Big Data è il futuro delle aziende. Le difficoltà non mancano, anche e soprattutto di natura organizzativa e di cultura aziendale, ma le imprese italiane devono capire che la gestione e l'analisi di grandi quantità di dati può portare interessanti vantaggi in termini di crescita economica.
Da una ricerca del Forrester Research, infatti, il 65% delle aziende avrà implementato nei primi mesi del 2016 sistemi di gestione e analisi dei Big Data. È ora di muoversi, dunque, se si vuole restare al passo con i tempi.

Perché sono così importanti i Big Data per un’azienda? È presto detto: attraverso l’analisi dei Big Data le imprese possono incrociare e ottenere informazioni utili per il business finora inimmaginabili in un tempo brevissimo. Non solo per le aziende che si occupano di nuove tecnologie, i Big Data servono a tutti e tutti possono beneficiare dei vantaggi raggiungibili attraverso il loro corretto utilizzo.

Le opportunità dei Big Data

Le aziende che hanno implementato al loro interno processi di analisi dei Big Data si dicono molto soddisfatte dei risultati di business che hanno raggiunto e dichiarano di trovarli molto utili nel percorso verso una organizzazione più digitale delle attività. In particolar modo, le imprese utilizzano i Big Data per:

•    Fare analisi circa gli interessi e l’orientamento di acquisto dei consumatori;
•    Creare nuovi prodotti e servizi;
•    Migliorare il rapporto con i clienti;
•    Ricercare nuove fonti di reddito.

Ovviamente, le opportunità nascondono anche delle grandi sfide, che nel caso dei Big Data si traducono nella necessità da parte delle imprese di formare o reperire all’esterno le professionalità specializzate nel campo in grado di lavorare sui dati. Oltre alla sfida delle competenze, le aziende possono trovarsi di fronte a difficoltà in termini di costi per gestire e implementare tali sistemi di analisi, in termini di sicurezza e in termini di integrazione tecnologica.

Le aziende possono affrontare queste sfide puntando sulla formazione del personale interno, in modo da avere, in una fase di gestione successiva all’implementazione, tutte le professionalità necessarie per svolgere al meglio questo compito, per cui ottimizzare i costi e rendere il processo più sicuro possibile.
Ovviamente, in una fase di collaudo e di messa a punto è necessario che l’azienda reperisca all’esterno - tramite consulenti o risorse dei vendor in tecnologia - le persone giuste.

Molto spesso le imprese hanno difficoltà a capire i campi di applicazione dei Big Data. Un consiglio può essere quello di cominciare con un’area di business definita, piccola per capire la portata del fenomeno, concentrarsi sui talenti, cominciare anche un programma di formazione interna ed essere flessibili, agili e open minded.

Le premesse per una vera e propria rivoluzione delle modalità di fare business sembrano esserci tutte. Alcuni sono convinti che le aziende potrebbero essere travolte dal fenomeno Big Data come anni fa vennero travolte dall’avvento di internet. O almeno questo è quello che ci si augura.

Resta sempre aggiornato sui temi di innovazione per il tuo business, iscriviti a Mestiere Impresa ed entra in relazione con tanti imprenditori come te.  

Autore:
redazione


Non ci sono ancora commenti.
I commenti sono chiusi.