Come ridurre il consumo energetico di un'azienda

Pubblicato venerdì 07 ago 2015 alle 03:51PM in Energia

Nel bilancio aziendale la voce di spesa per il consumo energetico può essere elevata. E tra le tante cose a cui pensare a volte può essere davvero difficile farvi fronte.

Ma c'è un modo per limitare i consumi e registrare un abbassamento del totale in bolletta? Sì, con qualche piccolo accorgimento si può pagare meno. Vi diciamo come fare.

Attivare un'offerta energetica adatta alle esigenze aziendali

Il mercato propone moltissime offerte energetiche profilate e modulate secondo le abitudini di consumo. Ci sono offerte per le piccole e medie imprese, per le grandi aziende e anche per la pubblica amministrazione, che garantiscono:

  • proposte studiate ad hoc;
  • un consulente dedicato in grado di proporre il miglior servizio al prezzo più adeguato;
  • ottimizzazione nella gestione della fornitura.

Inoltre, oggi è possibile anche attivare un'offerta green, che prevede l'utilizzo di energia prodotta da fonti rinnovabili e può far risparmiare sul consumo energetico.

Non esagerare con i condizionatori

Soprattutto in estate, restare con i condizionatori spenti non è possibile, anzi in locali molto grandi la climatizzazione è prevista anche in inverno. Però un utilizzo non corretto dell'aria condizionata porta ad un consumo energetico elevato con il risultato di avere bollette salate. Bisogna usare il condizionatore con accortezza, accenderlo solo quando c'è realmente bisogno e usare il programma di deumidificazione: in questo modo è possibile risparmiare fino al 75% della spesa energetica annua.

Cambiare i macchinari vecchi e poco efficienti

Facciamo un esempio molto banale: se avete un ristorante il frigorifero è l'apparecchio che consuma di più in assoluto perché è acceso 24 ore su 24, 365 giorni l'anno. Da questo semplice dato si capisce che deve necessariamente essere efficiente per svolgere al meglio il suo compito e registrare un risparmio energetico: i frigoriferi vecchi, al contrario, lavoreranno con minore efficienza e faranno consumare di più.

Un frigorifero di classe energetica A+++ permette un consumo di elettricità pari al 50% in meno rispetto ad uno di classe A+, e la percentuale è destinata ad aumentare se si parla di frigoriferi di classe E o G.

Comprare un frigorifero nuovo, o qualsiasi altro tipo di macchinario utile per lo svolgimento dell'attività, garantisce delle performance elevate ed è un investimento che si può facilmente recuperare dal risparmio annuo ottenuto in bolletta.

Aderire ad una iniziativa di Energy Sharing

Per risparmiare sui consumi energetici annui è possibile anche aderire ad una iniziativa di Energy Sharing: letteralmente Energia Condivisa, che prevede di unire i propri consumi a quelli di altre imprese in modo da creare un gruppo di acquisto e ottenere delle condizioni di favore direttamente dai fornitori, mediante un sistema di aste al ribasso. In poche parole, aderendo ad un programma di Energy Sharing non si rischia di avere prezzi più alti del dovuto o di imbattersi in clausole contrattuali incomprensibili. Inoltre, il programma prevede il sostegno di professionisti del settore che sapranno tutelare gli interessi dell'azienda.

In conclusione, adottare qualche piccolo accorgimento e avere una visione di consumo più sostenibile potrà sicuramente farvi risparmiare sul consumo energetico annuo.

 

Autore:
redazione


Non ci sono ancora commenti.
I commenti sono chiusi.